USABILITY, questa sconosciuta… non è poi tanto sconosciuta!

 

Immaginate di trovarvi ospiti in un appartamento in cui non siete mai stati e di dover andare in bagno a lavarvi le mani.

Raggiungete la porta del bagno, secondo le indicazioni del padrone di casa, appoggiate la mano affianco allo stipite della porta e accendete la luce; girate la manopola di sinistra del rubinetto in senso orario, insaponate le mani col sapone che trovate sul lavandino, e una volta terminato, vi asciugate le mani con la salvietta che trovate sul porta asciugamani lì a fianco.

Avete appena vissuto una perfetta esperienza-utente!

 

Nonostante fossa la prima volta che entravate in quella stanza, sfruttando inconsciamente la vostra esperienza vissuta, avete dato per scontato di trovare l’interruttore affianco allo stipite, l’acqua calda girando verso destra la manopola sinistra, eccetera.

 

Pensate cosa sarebbe successo se in quella stanza fossero state fatte delle scelte innovative, molto belle e creative, forse, ma certamente poco convenzionali: 2 minuti a cercare a tastoni al buio l’interruttore su tutti i lati della porta, finché non avete urlato << dov’è la luce?!??!? >> al padrone di casa, che vi avrà risposto: << di fianco allo specchio! >>; vi sarete lavati le mani con l’acqua gelata perché in quel bellissimo lavabo di alto design l’acqua esce con le fotocellule ma la temperatura si regola touch…e voi questo non l’avete capito, e avrete sgocciolato per tutta la stanza cercando l’asciugamani, che era ordinatamente piegato nell’apposita cesta di vimini…sul bordo della vasca da bagno.

Come sarebbe stata questa esperienza-utente?

 

Ecco, l’usability è tutto ciò che fa la differenza tra queste due esperienze.

 

Il concetto di usability di un sito web, o di una applicazione, non è molto diverso da quello della vita reale; raccoglie tutte le regole del buon senso comune, e le convenzioni che nel tempo gli utenti hanno creato con la loro esperienza, e le mantiene; semplici e intuitive, facendo in modo che l’interazione con il sistema-sito web (così come il sistema-mi devo lavare le mani in un bagno che non conosco) sia semplice e intuitiva, e poco stressante!

What is wrong with this thing?

(cosa c’è di male se il rubinetto dell’acqua calda ha un cerchietto rosso, caro architetto??)

 

 

 

Approfondimenti suggeriti:

 

Don’t Make Me Think: A Common Sense Approach To The Web Usability

krug3     di Steve Krug

Il testo spiega come l’usabilità, concetto molto raccomandato e poco praticato, sia fondamentale per costruire dei siti web fruibili, facili da usare e coinvolgenti.

 

La caffettiera del masochista: psicopatologia degli oggetti quotidiani

Copertina anteriore     di Donald A. Norman
A chi non à mai capitato di spingere una porta invece di tirarla o di rinunciare a lavarsi le mani perché non riesce ad azionare il rubinetto?

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.